Sei qui:Home
 
 

Chi siamo ?


A proposito dell'UPF

L'Associazione internazionale dei giornalisti francofoni è stata creata a Parigi nel 1950 ed è divenuta l'Unione internazionale dei giornalisti e della stampa francofona nel 1971, poi l'Unione internazionale della stampa francofona (UPF) nel 2001.Questa associazione, amichevole agli inizi, si trasforma gradualmente in un sindacato professionale, riconosciuto come organizzazione internazionale non governativa dalle più grandi istituzioni internazionali o multilaterali come l'ONU, l'UNESCO, il Parlamento europeo a Strasburgo e l'Organizzazione internazionale della Francofonia (OIF) .È presente nei 5 continenti con 110 sezioni che riuniscono circa 4.000 giornalisti e collaboratori della stampa scritta, audiovisiva e internet.

I nostri valori

  • difendere e sviluppare la libertà di stampa e dei giornalisti
  • Favorire e promuovere, a livello internazionale, i rapporti tra le pubblicazioni, la radio o la televisione, i siti web e ogni altra tecnica di diffusione per la quale il francese sia la lingua di comunicazione
  • contribuire allo sviluppo della formazione e alla promozione dei giovani giornalisti all'interno dei media francofoni
  • rafforzare i legami tra editori, giornalisti e professionisti della stampa e dei media
  • promuovere la cultura e i media francofoni
  • assistere nello sviluppo di mezzi di informazione digitali
  • incoraggiare le sezioni locali della rete UPF ad organizzarsi e ad agire in difesa della libertà di stampa e di promozione e sviluppo dei media nelle rispettive regioni.

La sezione italiana

  • La sezione italiana dell'UPF è un'associazione culturale senza fini di lucro indipendente da qualsiasi movimento o partito politico, che si propone in particolare di riunire giornalisti italiani (attivi all’interno o all’esterno della Penisola), che considerano la francofonia e il multilinguismo come strumento di lavoro, come veicolo di dialogo e come stimolo alla collaborazione professionale oltre ogni frontiera. Italiano e francese sono lingue sorelle, elemento naturale e insostituibile della comunicazione tra i cittadini dei due Paesi e in particolare tra i giornalisti.
  • L’ “UPF Italie -Italia” favorisce legami nazionali e internazionali tra giornalisti, editori e in generale persone che svolgano un’attività regolare nel campo dell’informazione. Tra le attività di “UPF Italie - Italia” ci sono l’organizzazione di viaggi professionali e di convegni su argomenti legati all’informazione e alla comunicazione.
  • L’“UPF Italie - Italia” nutre grande rispetto per l’OdG (Ordine nazionale dei giornalisti italiani), la cui missione contribuisce chiaramente all’identità e alla dignità della categoria, difende il sistema di assistenza sanitaria (CASAGIT) e pensionistica (INPGI) dei giornalisti italiani.
  • L’ “UPF Italie - Italia” partecipa attivamente alle iniziative dell’UPF internazionale.
  • L’Associazione partecipa ai convegni internazionali dell’UPF con almeno una persona tra Presidente, Vice-presidenti e Segretario Generale.
  • L’“UPF Italie - Italia” prende atto del contesto specifico della regione Val d’Aosta, in cui la francofonia ha un significato del tutto particolare e in cui esiste da molto tempo una sezione dell’UPF sotto la denominazione “Union des journalistes et de la presse de langue française – Section de la Vallée d’Aoste (UIJPLF)”.

L'ultima notizia

CONFERENZA EUROPEA DELLA STAMPA FRANCOFONA - il 12/08/2022 10:28 da Rebecca

CONFERENZA EUROPEA DELLA STAMPA FRANCOFONA

BARI 28-29-30 Settembre 2022

Conf_UPF.gif

Le sfide dell’informazione nell’Europa di oggi e di domani e loro ricadute sul mercato locale» è il tema della tre giorni, organizzata a Bari dalla Sezione Italia dell’Unione internazionale della stampa francofona (UPF) in occasione della propria costituzione nel nostro Paese, in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti della Puglia.

Queste sfide - al tempo stesso professionali, economiche e tecnologiche – si materializzano oggi in un’Europa sconvolta da gravi problemi strategici, politici, finanziari, sociali e soprattutto morali. Un’Europa che s’interroga oggi sul modo in cui essere fedele ai propri valori fondamentali.

Senza tralasciare la riflessione sulle sfide che le minoranze linguistiche, ricchezze di ogni territorio e sostenute da programmi di tutela dall’Europa, devono affrontare di fronte alla comunicazione globalizzata che tende a soffocarne le specificità.

Il Convegno europeo di Bari – organizzato dall’UPF Italia con il sostegno dell’UPF Internazionale e della Sezione Valle d’Aosta dell’UPF – è l’occasione per «incrociare» i grandi temi dell’attualità europea con le riflessioni presenti oggi nel mondo dell’informazione e della comunicazione più in generale. Saranno presenti al confronto direttori e professionisti di testate giornalistiche della tv e della carta stampata internazionali, nazionali e locali.

Gli organizzatori ringraziano per il contributo di idee e organizzativo il Corecom Puglia, gli Editori Laterza, il gruppo Casillo, i l’agenzia di comunicazione Proforma e la Sedit-servizi editoriali.

Un particolare ringraziamento va anche al Consiglio regionale pugliese, alla Fondazione Petruzzelli e all’associazione internazionale “Alliance Française” per aver voluto ospitare l’iniziativa.

Per i partecipanti sono previsti crediti formativi dell’Ordine dei giornalisti.

Il programma dettagliato di questa iniziativa è contenuto nella sezione Attività

Se interessati a partecipare potete contattarci su “contattaci” per ulteriori informazioni

Leggi di più